Fondo PMI Creative

Il Fondo per piccole e medie imprese creative è stato istituito al fine di promuovere la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese operanti nel settore creativo, attraverso la concessione di contributi, l’agevolazione per l’accesso al credito e la promozione di strumenti innovativi di finanziamento, nonché altre iniziative per lo sviluppo del settore.

Il Fondo è rivolto a sostenere imprese di micro, piccola e media dimensione, con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, operanti nel settore creativo, in fase di costituzione ovvero già costituite alla data di presentazione della domanda di agevolazione, attraverso la concessione di agevolazioni nell’ambito di una delle tre seguenti linee di azione:

1) nascita, sviluppo e consolidamento di nuove imprese creative (capo II del D.M. 19.11.2021) con particolari condizioni a favore delle imprese che si qualificano come start up innovative o Pmi innovative nel caso di investimenti nel relativo capitale di rischio;

2) collaborazione con altre imprese (capo III del D.M. 19.11.2021) mediante voucher per l’acquisizione di servizi specialistici erogati da Pmi creative;

3) sostegno al sistema imprenditoriale del settore creativo (capo V del D.M. 19.11.2021) mediante attività di analisi, studio, promozione e valorizzazione del sistema imprenditoriale del settore creativo.

 

1) Nascita, sviluppo e consolidamento di nuove imprese creative

Soggetti beneficiari

Requisiti:

a) essere un’impresa micro, piccola e media dimensione;

b) essere regolarmente costituite ed essere iscritte nel registro delle imprese;

c) svolgere almeno una delle attività economiche di cui all’Allegato n. 1, risultante dal Registro delle imprese;

d) essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria, non essere sottoposte a procedure concorsuali;

e) non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

f) aver restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero.

Sono, in ogni caso, escluse dalle agevolazioni le imprese:

a) i cui legali rappresentanti o amministratori siano stati condannati per i reati che costituiscono motivo di esclusione di un operatore economico dalla partecipazione a una procedura di appalto o concessione ai sensi della normativa in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture vigente alla data di presentazione della domanda;

b) nei cui confronti sia stata applicata la sanzione interdittiva o altra sanzione che comporti il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione;

c) che si trovino in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni pubbliche o comunque a ciò ostative

 

Agevolazione

E’ prevista una copertura delle spese ammissibili fino all’80%:

-massimo il 40% delle spese ammissibili nella forma di contributo a fondo perduto;

-massimo il 40% delle spese ammissibili nella forma di finanziamento agevolato a tasso zero e durata massima decennale.

 

Programmi di investimento

Le imprese devono possedere le seguenti caratteristiche:

·      prevedere spese non superiori a 500.000 euro al netto di Iva;

·      avere una durata massima di 24 mesi dalla data di sottoscrizione del provvedimento di concessione;

·      essere relativi all’avvio o sviluppo dell’impresa creativa costituita da non oltre 5 anni;

·      essere relativi al consolidamento dell’impresa creativa costituita da più di 5 anni, mediante ampliamento o diversificazione dell’offerta e del mercato di riferimento oppure introduzione di innovazioni ed efficientamento del processo produttivo.

 

Spese ammissibili

·         immobilizzazioni materiali, in particolare impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica, coerenti e funzionali all’attività imprenditoriale, a servizio esclusivo del programma agevolato, dimensionati all’effettiva produzione e univocamente identificabili;

·         immobilizzazioni immateriali necessarie all’iniziativa agevolata, inclusi acquisti di brevetti o acquisizione di licenze d’uso;

·         opere murarie, entro il limite del 10% delle spese complessive ritenute ammissibili;

·         esigenze di capitale circolante, nel limite del 50% delle spese di cui ai punti precedenti.

Restano escluse dalle agevolazioni le spese di mera sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature e le spese per imposte e tasse.

Nel caso in cui le imprese creative beneficiarie delle agevolazioni per l’avvio, lo sviluppo e il consolidamento dell’attività imprenditoriale si qualifichino come start up innovative o Pmi innovative, a fronte di investimenti in equity attuati da investitori terzi, è consentita la conversione di una quota del finanziamento agevolato in contributo a fondo perduto, per un importo pari al 50% del conferimento in denaro e comunque entro il 50% del finanziamento concesso.

L’investimento nel capitale di rischio delle start up innovative e Pmi innovative deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • essere effettuato solo tramite conferimento in denaro;

  • essere perfezionato entro 5 anni dalla concessione delle agevolazioni;

  • essere di importo minimo pari a 20.000 euro;

  • non determinare una partecipazione di maggioranza nella start up o Pmi;

  • essere detenuto per un periodo minimo di 3 anni.

Presentazione domande

La presentazione della domanda si perfeziona in due step:

·         A partire dalle ore 10.00 del 20 giugno 2022 potranno essere compilate le domande e caricati gli allegati;

·         A partire dalle ore 10.00 del 5 luglio 2022, potranno essere inviate.

 

 

2) Acquisizione di servizi specialistici erogati da Pmi creative

Soggetti beneficiari

Sono previsti i medesimi requisiti definiti per l’agevolazione inerente la nascita, sviluppo e consolidamento di nuove imprese creative, ad eccezione dei requisiti di cui alla lettera c).

 

Agevolazione

E’ riconosciuto un voucher fino a copertura dell’80% delle spese, entro un massimo di 10.000 euro.

 

Programmi di investimento

Gli investimenti devono possedere le seguenti caratteristiche:

·         essere erogati da imprese creative di micro, piccola e media dimensione;

·         essere oggetto di un contratto sottoscritto dopo la presentazione della domanda di agevolazione ed entro 3 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

 

Spese ammissibili

·         azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand;

·         design e design industriale;

·         incremento del valore identitario del company profile;

·         innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

 

Presentazione domande

La presentazione della domanda si perfeziona in due step:

·         A partire dalle ore 10.00 del 6 settembre 2022 potranno essere compilate le domande e caricati gli allegati;

·         A partire dalle ore 10.00 del 22 settembre 2022, potranno essere inviate.

 

Lo Studio è a disposizione per la verifica dei requisiti e la predisposizione della pratica.

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Inviando la prenotazione accetti il trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003. Nonché alla nuova normativa europea regolamento 679 del 2016 (GDPR)

SE.AV. SRL - via G. e G. Paglia 27 - 24122 Bergamo P.IVA e Codice fiscale: 03761680168
© Copyright 2021 . All Rights Reserved

Search