La Legge n. 124/2017, “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, ha previsto una serie di obblighi di pubblicità e trasparenza a carico dei soggetti che intrattengono rapporti economici con la Pubblica amministrazione, società a partecipazione pubblica ed enti pubblici economici. Il recente DL n. 34/2019, cd. “Decreto Crescita”, ha apportato alcune modifiche alla disciplina in esame riscrivendo i commi dal 125 al 129.

Gli obblighi di pubblicità interessano le sovvenzioni, i sussidi, i vantaggi, i contributi, gli aiuti (in denaro e/o in natura) non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, “effettivamente erogati” dalla pubblica amministrazione nell’esercizio finanziario precedente, qualora di importo superiore a 10.000 euro (tale limite va inteso in senso “cumulativo”, per cui è necessario considerare la somma di tutti gli importi ricevuti durante l’anno).

Per quanto riguarda la pubblicità a carico dei beneficiari, sono previste diverse modalità di pubblicazione che variano in funzione della tipologia di soggetto:

i)                 Associazioni: pubblicano il dettaglio dei contributi sul proprio sito web entro il 30 giugno;

ii)                imprese tenute alla redazione della nota integrativa: inseriscono le informazioni rilevanti nella nota integrativa del bilancio d’esercizio;

iii)              società che redigono il bilancio in forma abbreviata, micro imprese, imprese individuali e società di persona: rendono noto l’importo percepito attraverso il proprio sito web entro il 30 giugno.

                                                                                _______________________________

In base ai dati parziali forniti dall’Agenzia Entrate-Riscossione, circa 1,5 milioni di contribuenti hanno aderito alle sanatorie dei ruoli (cd. “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio”) affidati all’ente di riscossione, le cui richieste andavano presentate entro lo scorso 30 aprile. A livello nazionale, la regione che ha registrato il maggior numero di adesioni è stata la Lombardia, con circa 134 mila istanze, seguita da Lazio e Toscana. Si ricorda che, nel caso della Rottamazione-Ter, l’Agenzia Entrate di Riscossione invierà ai contribuenti entro il 30 giugno una comunicazione di accoglimento, con i dettagli degli importi dovuti, piuttosto che di eventuale diniego, con la spiegazione delle ragioni. Nell’ipotesi di Saldo e Stralcio la comunicazione dall’ente di riscossione verrà invece recapitata entro il 31 ottobre.   

Attualmente, il Governo sta valutando l’ipotesi di una riapertura dei termini per aderire alla rottamazione delle cartelle riservata ai contribuenti che non hanno avuto la possibilità di presentare la domanda entro i termini sopra indicati.

                                                                                _______________________________

 

Reintrodotto il super-ammortamento per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi acquistati dal 1° aprile 2019 al 31 dicembre 2019.

L’art. 1 del DL n. 34 del 30 aprile 2019 (cd. DL “Crescita”), pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, estende al 2019 il beneficio del super-ammortamento per gli esercenti arti e professioni e per i soggetti titolari di reddito d’impresa che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi, dal 1° aprile 2019 al 31 dicembre 2019 e comunque entro il 30 giugno 2020 se entro il 31 dicembre 2019 risulti accettato l’ordine dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20% del costo di acquisizione del bene. La maggiorazione, riconosciuta in misura pari al 30% (come per il 2018), fino ad un importo massimo di 2,5 milioni di euro, non è tuttavia prevista per gli acquisti effettuati dal 1° gennaio 2019 al 31 marzo 2019.

Con riferimento agli investimenti agevolabili, si precisa che la norma dispone l’esclusione dei veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’art. 164, c. 1 TUIR. Pertanto, restano esclusi i veicoli a deducibilità limitata e i veicoli esclusivamente strumentali all’attività d’impresa. Restano inoltre esclusi dall’agevolazione anche i bene strumentali materiali con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%.

                                                                                _______________________________

 

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Inviando la prenotazione accetti il trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003. Nonché alla nuova normativa europea regolamento 679 del 2016 (GDPR)

SE.AV. SRL - via G. e G. Paglia 27 - 24122 Bergamo P.IVA e Codice fiscale: 03761680168
© Copyright 2017 . All Rights Reserved

Search