CIRCOLARE N.26/Consulenza aziendale

OGGETTO: SCADENZE SETTEMBRE

Riportiamo la sintesi di alcune delle principali prossime scadenze del mese di settembre 2019:

  • 25 settembre: presentazione dei modelli Intrastat del mese di agosto;
  • 30 settembre (NOVITA’): trasmissione telematica dei dati relativi ai corrispettivi del mese di agosto (per maggiori dettagli vedasi nostra “Mini guida fattura elettronica e corrispettivi telematici” e circolare n. 19/2019);
  • 30 settembre: invio telematico dello spesometro transfrontaliero mensile (cd. “Esterometro”), contenente i dati delle operazioni poste in essere nel mese di agosto con soggetti non residenti (UE ed ExtraUE), non documentate da fattura elettronica;

...

 Per leggere la circolare completa acceda alla sua AREA RISERVATA.

CIRCOLARE N.25/Consulenza aziendale

OGGETTO: DENUNCIA VENDITA ALCOLICI

Dal 30 giugno u.s. bar, ristoranti, negozi, supermercati, discoteche, alberghi e strutture ricettive, rifugi alpini, circoli privati, mense aziendali ed esercizi similari, sono tenuti a presentare all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la denuncia fiscale per la vendita di bevande alcoliche.

I Comuni, in sede di esame della Scia presentata dai soggetti interessati o prima del rilascio dell'autorizzazione in caso di zone contingentate, devono verificare che tale denuncia sia allegata alla pratica.

La novità è contenuta nell'articolo 13-bis, comma 1, del Dl 34/2019 (Decreto Crescita), convertito dalla legge 58/2019 che ha modificato il comma 2 dell'articolo 29 del testo unico delle disposizioni sulle imposte sulla produzione e sui consumi di cui al Dlgs 504/1995. L'articolo, a sua volta, nel 2017 era stato modificato dall'articolo 1, comma 178, della legge 124/2017, che aveva invece sancito l'esclusione dall'obbligo della denuncia fiscale all'ufficio delle dogane per pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, attività commerciali, locali di pubblico spettacolo, attività ricettive.

...

 Per leggere la circolare completa acceda alla sua AREA RISERVATA.

CIRCOLARE N.24/Consulenza aziendale

OGGETTO: RESO MERCE CORRISPETTIVI TELEMATICI

Per esplicita ammissione da parte dell’Agenzia Entrate l’introduzione del nuovo obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi non comporta alcuna variazione in merito alle procedure da adottare nel caso di reso della merce che restano valide secondo quanto chiarito con risoluzioni del 154/E del 5 ottobre 2001 e 219 del 5 dicembre 2003. Le suddette risoluzioni prevedono una procedura in verità piuttosto articolata e complessa che si riassume di seguito.

All’atto del ritiro del bene e dello scontrino fiscale (ora “documento commerciale”) si deve:

  •  aprire una “pratica di reso” (con attribuzione di un numero di identificazione), contenente tutti i dati ed i documenti relativi all’originaria operazione e alla sua risoluzione;
  •  riprendere in carico il bene restituito nella contabilità di magazzino (civilistica e fiscale), con una scrittura contenente la causale e l’indicazione del numero identificativo della pratica di reso;
  • emettere un documento commerciale “negativo” (o equivalente), contenente i dati richiesti dall’articolo 12 del DM 23 marzo 1983, la causale “rimborso per restituzione vendita” (o equivalente) e, inoltre, il numero identificativo della pratica di reso;
    ….

 Per leggere la circolare completa acceda alla sua AREA RISERVATA.

 

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Inviando la prenotazione accetti il trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003. Nonché alla nuova normativa europea regolamento 679 del 2016 (GDPR)

SE.AV. SRL - via G. e G. Paglia 27 - 24122 Bergamo P.IVA e Codice fiscale: 03761680168
© Copyright 2017 . All Rights Reserved

Search